Lo Staff

Immagina è un crocevia di differenti professionalità: ci sono giovani filmaker e registi, montatori, operatori e assistenti, esperti di organizzazione, produttori, insegnanti di laboratorio che hanno lavorato a progetti di cinema nelle sue differenti forme, grafici e artisti che operano nel campo dell’immagine, giovani studenti che compiono un tirocinio di formazione nelle nostre varie attività.

 

IN DISORDINE APPARENTE:

GIUSEPPE SELVA – Nasce insegnante di ginnastica, ma dopo aver scoperto – verso i sei anni – che Gary Cooper (pronuncia in piemontese Gheri Cüper) non era un amico di famiglia, ma un attore di cinema, entra nello schermo del cinema Apollo e non ne esce più. Si occupa di progettazione di festival ed eventi, di laboratori e di formazione, di educazione non formale, di “giochi di cinema”. E’ regista di cortometraggi di finzione e documentari. Accumula sceneggiature di lungometraggi nel cassetto che dice prima o poi usciranno.

FRANCO OLIVERO –  E’ il nostro nuovo Presidente, eletto il 2017. Si definisce un burocrate, ma quando lavora con noi emerge l’anima di un hippy della Chivasso 1968. E’ architetto e immagina scenari urbani utopici. Insomma, era naturale che finisse con noi. Si occupa così bene di ospitalità che i nostri registi tornano in vacanza nelle sedi dei nostri festival. Casale e il Monferrato non hanno segreti per lui che ama il territorio con dedizione

PIER SELVA – Vederlo sul palco al 7° Monfilmfest e ricevere gli applausi per la sua appartenenza ai collaboratori del festival è stata una vera sorpresa. Oggi è un veterano. Non ama i riflettori, non ama le folle, ma spesso le sue intuizioni sono così rapide che la soluzione ai problemi neppure si notano. Non ama neppure i complimenti ed è molto autocritico. È il più giovane  e si occupa prevalentemente di organizzazione e di comunicazione, di grafica, di software e di sistemi operativi, di riprese e montaggio, di reti e di funzionamento delle macchine. Ha realizzato le impaginazioni degli ultimi cataloghi di Immagina Scuola e Cinema Giovani e MonFilmFest, manifesti, volantini e brochures. E’ webmaster del sito. Un po’ come Wolf, risolve i problemi. Dal 2015 è Vicepresidente di immagina. A dieci anni ha girato un film, “Allouin”, ed è ancor oggi il più giovane autore che abbia partecipato a Sottodiciotto.

ENRICO ALEOTTI – Durante l’Erasmus a Dusseldorf ha raccolto bottiglie di birra vuote per finanziare i suoi corti. E’ laureato in Virtual Design presso la facoltà di Architettura di Torino, gioca a rugby a livello agonistico e suona la chitarra nel gruppo “Sui Generis”. Per immagina si occupa di laboratori, montaggio, regia . Vanta preziose collaborazioni come macchinista, operatore, oggi lavora a tempo pieno per MYBOSSWAS, società di produzioni audiovisive.

ITA CESA – Artista, ha percorso la lunga strada “dallo scarabocchio all’arte”. Ha insegnato per lungo tempo a tanti artisti per caso. Organizza mostre, collaborando con altri artisti quali il senegalese Ousmane Gueye, in arte Daou, e il torinese Silver Veglia. Essa stessa è artista e inventrice di forme. Per immagina si occupa di laboratori, formazione, grafica e pubblicazioni ed è autrice del logo dell’Associazione. È regista di documentari. Il suo motto è “essere invisibile”.

MARGHERITA MERLO – Scrive da sempre e ancor più, compie studi di veterinaria e di lettere, immagina e vede film. Sino al 1984 si occupa di ski-test e di moda legata allo sci alpino. È collaboratrice della rivista SCI. A metà del 1984 fonda con altri l’Azienda Agricola Il Mongetto e nel 1998 la cooperativa IL MONGETTO SOC COOP, occupandosi prevalentemente di amministrazione e di food creativo. Nel 2002 inizia collaborare con immagina e diventa membro del direttivo. Diventa la nostra tesoriera nel 2006, ma il suo vero compito è ricompattare una squadra che lei aveva visto come la meglio gioventù. Si occupa di organizzazione, comunicazione, accoglienza, catering e amministrazione, sebbene di quest’ultima ne avrebbe volentieri fatto a meno. Con questa collaborazione, riprende a scrivere e scrive per il cinema soggetti per cortometraggi e lungometraggi.  Attualmente sta lavorando alla sceneggiatura del lungometraggio “Ninnarò” con Giuseppe Selva e Andrea Bonnin. Ninnarò è una sua idea originale.

ADRIANO VALERIO – E’ un regista che ha partecipato al primo e al sesto MonFilmFest, realizzando “Un giorno di ieri” (primo premio alla prima edizione) e “Orbite”.  Fuori concorso e in coautorato con Eva Jospin, nel 2014 al 12°MonFilmFest realizza Agosto presentato in anteprima a Venezia. In perfetta armonia con la filosofia di immagina, che ha sempre ricercato lo scambio e la partecipazione, Adriano dal 7° MonFilmFest è parte dello Staff ed  del Comitato Tecnico-Scientifico che ricerca giovani e talentuosi autori da portare al MonFilmFest. Sceneggiatore e regista, i suoi cortometraggi sono stati selezionati e premiati nei più importanti Festival Europei (Torino Film Festival, Arcipelago Roma, Tous Courts Aix en Provence, Porto7, AFIA Arhus, Skopjie Film Festival, In the Palace Film Festival, Genova Film Festival) fino a ricevere la Menzione Speciale Miglior Cortometraggio 2013 al Festival di Cannes, il David di Donatello 2014 come miglior cortometraggio, Premio Speciale Nastri D’argento (2014). Selezionato Berlinale Talent Campus (2012) e alla Locarno Film Academy (2012). Banat (il viaggio) è il suo primo lungometraggio e nel 2015 è a La Settimana della Critica a Venezia. Nel 2017 firma alcune puntate di “Non uccidere 2”.

LILIANA BODINI – E’ una cantante uscita dai fatidici seventies, con camicetta a “puà” e minigonna, ma quando schiaccia il rewind, ritorna in classe e insegna scienze a generazioni di impossibili scienziati. Ha proseguito la sua carriera nella scuola come Dirigente Scolastico, quindi è passata dalla cattedra alla scrivania d’ufficio e infine, meritatamente, ha conquistato la pensione. Si occupa di organizzazione e formazione; è la nostra organizzatrice per eccellenza e ci dirige con la sicurezza di Karajan.

ANDREA BONNIN – si laurea in Lettere e lavora come Insegnate di Italiano. Scrive poesia, partecipa al “LovePoetry! Tour”, 2007, e alle attività dell’Osservatorio Letterario di Torino. Pubblica le sillogi “Finché non riderai…”, 2007, “Temporali”, 2008 e il racconto “I colori che mancano” nell’antologia “Scrittori del terzo millennio” 2006. Frequenta i corsi di sceneggiatura e di racconto presso la Scuola Holden; dal 2015 collabora con immagina, occupandosi di laboratori di scrittura, didattica del cinema, formazione, ricerca autori per il MonFilmFest, programmazione proiezioni. Con Giuseppe Selva e Margherita Merlo scrive la sceneggiatura di  “Ninnarò”. Nel 2019 è docente per il corso di formazione presso l’Istituto Leardi di Casale, nel Progetto Monitor 440.